L autolesionismo.pdf

L autolesionismo

Mario Rossi Monti,Alessandra DAgostino

Che cosè lautolesionismo? In quali forme si presenta? Che significati assume? Perché è sempre più diffuso nelle nostre società? Partendo da questi interrogativi, il volume cerca di fare chiarezza su un fenomeno tanto complesso quanto frequente: lattacco al proprio corpo. Una riflessione di carattere psicopatologico, ma anche e soprattutto antropologico, consente di individuare il ruolo che lautolesionismo - nelle sue varie declinazioni culturali, sociologiche, artistiche, religiose, psicopatologiche - svolge nel tentativo di mantenere o strutturare lidentità.

L'autolesionismo in adolescenza può essere accompagnato da sintomi depressivi, ansia, stress, uso e abuso di droghe, disturbi della condotta, e può essere anche associato a relazioni familiari disfunzionali, scarso rendimento scolastico, propensione all'isolamento e al ritiro sociale (Fliege et al., 2009). L'AUTOLESIONISMO è un problema che coinvolge un numero piuttosto elevato di adolescenti e insorge intorno agli 11-12 anni. 2 adolescenti su 10 sono autolesionisti. Il 20% degli adolescenti italiani si fa intenzionalmente del male, in maniera nascosta, nel silenzio della propria stanza, secondo i dati dell'Osservatorio Nazionale Adolescenza.

4.12 MB Dimensione del file
9788843051014 ISBN
L autolesionismo.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.donne4puntozero.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Ma che cos'è l'autolesionismo? Tagli, bruciature, schiaffi, graffi… raccontano un dolore, una storia. Vengono usati come risposta ad una crisi da disregolazione emotiva, nella speranza di placare temporaneamente la sofferenza. L'autolesionismo può essere un modo spettacolare per attirare l'attenzione, ma anche uno strumento per punirsi, per soffocare emozioni negative, un disperato tentativo di esorcizzare la paura di fallire, di non saper scegliere, di non credere in se stessi.

avatar
Mattio Mazio

L'autolesionismo può essere un modo spettacolare per attirare l'attenzione, ma anche uno strumento per punirsi, per soffocare emozioni negative, un disperato tentativo di esorcizzare la paura di fallire, di non saper scegliere, di non credere in se stessi. L'autolesionismo può anche essere considerato un'espressione di questi stati d'animo. Un altro motivo è dominare il proprio corpo, soprattutto quando ci si sente fuori controllo. Alcune persone si fanno del male per sentire qualcosa nei momenti di torpore.

avatar
Noels Schulzzi

Ma che cos’è l’autolesionismo? Tagli, bruciature, schiaffi, graffi… raccontano un dolore, una storia. Vengono usati come risposta ad una crisi da disregolazione emotiva, nella speranza di placare temporaneamente la sofferenza.

avatar
Jason Statham

Col termine autolesionismo si fa riferimento a tutti quei comportamenti deliberatamente orientati al provocarsi dolore fisico.. Questi comportamenti non hanno a che fare necessariamente con tentativi di suicidio o desiderio di togliersi la vita. Invece includono, ad esempio, il tagliarsi la pelle con diversi tipi di oggetti affilati, l'infliggersi bruciature e marchiarsi con sigarette o ...

avatar
Jessica Kolhmann

L'autolesionismo è definito come una strategia di coping maladattiva associata spesso ad una "regolazione emotiva deficitaria". Esso è descritto attraverso molti termini, definibili come "lesioni intenzionali verso se stessi senza intenti suicidari" o NSSI Messaggio pubblicitario Le ... L'autolesionismo è un disturbo che si manifesta a livelli fisico e psicologico. Scopriamo insieme le cause e soprattutto i rimedi per affrontare questo fenomeno, che si palesa con tagli, lividi, o stati depressivi e disordini alimentari, particolarmente frequente tra gli adolescenti.