L autobiografia come testo filosofico. Lintreccio tra vita e pensiero nellopera di Karl Jaspers.pdf

L autobiografia come testo filosofico. Lintreccio tra vita e pensiero nellopera di Karl Jaspers

Marco Mondadori

Ogni interesse che sia filosofico verso lautobiografia può essere originariamente paragonato a quella stessa curiosità che ci coglie - come diceva Virginia Woolf - quando ci soffermiamo davanti a una casa con le luci accese e le persiane aperte. Una situazione sicuramente familiare a molti e che altro non rappresenta se non il momento in cui si apre una piccola crepa in quella sensazione di onniscienza che avvolge la nostra distratta vita quotidiana, assorbita fino allultimo istante dalla sua routine. È un contesto che ci rende senza dubbio sicuri di noi stessi, ma che al contempo ci incatena e ci preclude ogni ulteriore possibilità di pensiero e di azione. Da quella piccola crepa si sprigiona infatti una luce tanto forte da accecarci, quante erano le cose che prima davamo per scontate. È proprio tramite linfrangimento dei tanti limiti creati dai pregiudizi che si è avviata una nuova comprensione del sé delluomo, un uomo che compare sulla scena del mondo senza volerlo, vive una vita che è un continuo adattarsi alla situazione che gli preesisteva, e infine scompare contro la sua volontà. Tuttavia, è unicamente in quel trattino che sta scritto tra la data di nascita e di morte, un dettaglio tanto piccolo quanto trascurato, che luomo può tentare di comprendersi in quella costitutiva condizione di penombra che lo avvolge. Una simile penombra si riflette anche nellautobiografia, il cui valore sta quindi nella sua possibilità intrinseca di dare unimmagine delluomo più vicina alla sua reale profondità: questo è in altri termini lo sforzo oltre-umano di dare senso allumano. Difatti sarà proprio innanzi a quellautentica espressione di ciò che ha sede nellinteriorità dellautore che sapremo riconoscere nellautobiografia una vera e propria opera dello spirito, e noi nel leggerla ci troveremo innanzi a un panorama aperto ed evocativo sul cui sfondo, come tra la foschia di una tela, potremo intravedere qualcosa anche di noi stessi.

Autobiografia e angoscia. In Croce l’idea dell’unità tra filologia e filosofia, che ricorre e opera anche dove non è espressa esplicitamente, si estende in ambito storiografico e autobiografico come peculiare «tecnologia» e «ricerca del sé».Il Contributo alla critica di me stesso (1915) – «capolavoro dell’espressione crociana» – è in questo senso opera misteriosa, in cui ...

3.26 MB Dimensione del file
9788866444893 ISBN
Gratis PREZZO
L autobiografia come testo filosofico. Lintreccio tra vita e pensiero nellopera di Karl Jaspers.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.donne4puntozero.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Karl Marx nel sentiero della verità (2003) costituisce una interpretazione metafisico-umanistica del pensiero di Marx, che viene analizzato nei suoi nodi essenziali, spesso in aperta critica con la secolare tradizione marxista.Nato originariamente come elaborazione degli studi di economia politica dall’autore compiuti negli anni Novanta del Novecento, il testo assume carattere filosofico ... Autobiografia e angoscia. In Croce l’idea dell’unità tra filologia e filosofia, che ricorre e opera anche dove non è espressa esplicitamente, si estende in ambito storiografico e autobiografico come peculiare «tecnologia» e «ricerca del sé».Il Contributo alla critica di me stesso (1915) – «capolavoro dell’espressione crociana» – è in questo senso opera misteriosa, in cui ...

avatar
Mattio Mazio

Karl Marx nel sentiero della verità (2003) costituisce una interpretazione metafisico-umanistica del pensiero di Marx, che viene analizzato nei suoi nodi essenziali, spesso in aperta critica con la secolare tradizione marxista.Nato originariamente come elaborazione degli studi di economia politica dall’autore compiuti negli anni Novanta del Novecento, il testo assume carattere filosofico ...

avatar
Noels Schulzzi

L’autobiografia oggetto e processo filosofico. Tra annose sottovalutazioni e più recenti interessi, l’autobiografia può pertanto essere considerata un oggetto filosofico nella duplice direzione sottolineata. Ogni autobiografia, quando scaturisca da un desiderio autoconoscitivo autentico, del resto l’espressione di una molteplicità di

avatar
Jason Statham

La Metis insegna la felicità, il benessere, la gioia del libero pensiero e l’importanza del pensiero critico. Insegna ad inclinarsi sugli altri, ad essere attenti ai dettagli. Non stupisce allora la centralità di un pensatore come Karl Jaspers nel pensiero di Giovanna. La salute e la malattia tra natura e colpa 1.1 Malattia, salute e religiosità nell’antichità originaria Per quanto si possa dire proprio della filosofia il bisogno di una definizione, quando si riflette sulla concettualizzazione della salute e della malattia è bene ricordare che un pensiero prettamente filosofico su questo argomento non si

avatar
Jessica Kolhmann

Francesco Moiso, Fisica, fisiologia e psicologia nel pensiero di Ernst Mach Franco Bosio, L'interpretazione dell'essere nel pensiero di Max Scheler: realtà, vita e spirito Alberto Mina, Il Nietzsche di Jaspers Giuseppe Riconda, La «filosofia della religione» di Augusto Guzzo. N. 14 (1998), pp. 468, £. 70.000. RELIGIONE E SPECULAZIONE: Una sobria inquietudine ripercorre la vita intellettuale di uno tra i più autorevoli filosofi tedeschi del secolo scorso. È la prima biografia dedicatagli, e attinge a un vasto archivio inedito di documenti e corrispondenza con i massimi esponenti della filosofia europea del Novecento (Martin Heidegger, Karl Jaspers, Leo Strauss, Hannah Arendt, Hans-Georg Gadamer, Eric Voegelin, Leo Spitzer