La prudenza in Aristotele.pdf

La prudenza in Aristotele

Pierre Aubenque

La Prudence chez Aristote è uno dei più importanti contributi della letteratura aristotelica del XX secolo, e indubbiamente fra quelli che hanno suscitato vasto dibattito sullopera dello Stagirita. Se Aristotele ha presente lintellettualismo etico di matrice socratica (evocato nellincipit dellEtica Nicomachea), si spinge anche molto al di là. Fra i punti più salienti dellopera di Aubenque, cè linterpretazione delletica aristotelica in termini di intellettualismo esistenziale: lincertezza, lincompiutezza del mondo sublunare, rendono decisivo lintervento della phróne¯sis individuale (il termine è tradotto dallautore con prudenza, sulla scorta della terminologia ciceroniana). La virtù scaturisce quindi dal ruolo e dalla scelta delluomo rispetto alle condizioni varie e mutevoli del reale, piuttosto che dalla definizione ideale (platonica) del comportamento virtuoso. Indagando i rapporti tra metafisica, cosmologia ed etica aristoteliche, Aubenque fornisce una chiave di lettura rinnovata e convincente della riflessione morale dello Stagirita.

Prefazione di Enrico Berti e traduzione di Faber Fabbris Con un’intervista inedita all’autore La Prudence chez Aristote è uno dei più importanti contributi della letteratura aristotelica del XX sec

3.12 MB Dimensione del file
9788838244162 ISBN
La prudenza in Aristotele.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.donne4puntozero.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

A margine di La prudenza in Aristotele di Pierre Aubenque, we want to retrace the genesis of the concept of phronesis in Aristotle: on the one hand, this allows us to investigate the relationship between theory and praxis, which is far from clear and which has considerable implications; on the other hand, with this analysis we La Prudence chez Aristote è uno dei più importanti contributi della letteratura aristotelica del XX secolo, e indubbiamente fra quelli che hanno suscitato vasto dibattito sull'opera dello Stagirita. Se Aristotele ha presente l'intellettualismo etico di matrice socratica (evocato nell'incipit dell'Etica Nicomachea), si spinge anche molto al di là.

avatar
Mattio Mazio

Scaricare libri La prudenza in Aristotele (La dialettica) PDF Gratis Leggere è un'attività piacevole. Ora condividiamo una lista di siti web per scaricare libri in PDF per aiutarti a leggere in modo più divertente. Scaricare ebook gratis: i migliori siti del 2018 per ottenere libri. Di ... dei siti più famosi per scaricare libri in formato PDF ed ebook gratis; Library Il nostro ...

avatar
Noels Schulzzi

DOMANDA: Con la riflessione etica di Aristotele l'uomo greco sembra liberarsi ... I latini l'hanno tradotta con prudentia, ma la parola "prudenza" ha per noi un ... Bene si pone Prudenza, cioè senno, per molti essere morale virtù, ma Aristotele enumera quella intra intellettuali; avvegna che essa sia conduttrice de le morali ...

avatar
Jason Statham

La Prudence chez Aristote è uno dei più importanti contributi della letteratura aristotelica del XX secolo, e indubbiamente fra quelli che hanno suscitato vasto dibattito sull'opera dello Stagirita. Se Aristotele ha presente l'intellettualismo etico di matrice socratica (evocato nell'incipit dell'Etica Nicomachea), si spinge anche molto al di là.

avatar
Jessica Kolhmann

Anche in Aristotele la prudenza è una medietas tra l’smodatezza e l’ottusità (Eth.Eud. II,3; 1221 a 2) ed è in relazione con la parte concupiscibile (Top. V,8; 138 b 2-5), definibile dalla sua medietas. In Eth.Nic. VI,5 Aristotele analizza la prudenza assegnandole un posto dominante nella vita morale.