Al traditor succida. La congiura de Pazzi, un dramma italiano.pdf

Al traditor succida. La congiura de Pazzi, un dramma italiano

Niccolò Capponi

La mattina del 26 aprile 1478, nel palazzo Medici a Firenze, famigli e inservienti sono impegnati nei preparativi per il banchetto in onore del giovane cardinale Raffaele Sansoni Riario, pronipote del pontefice Sisto IV. Nel frattempo, a poca distanza, nel palazzo Pazzi si svolgono traffici ben più loschi: i congiurati definiscono gli ultimi dettagli dellattentato ai danni dei fratelli Lorenzo e Giuliano de Medici, temuti e spesso odiati dominatori della scena politica fiorentina. Poche ore dopo, al termine della messa nel duomo, al grido di ahi, traditore! Franceschino de Pazzi e Bernardo Bandini aggrediscono Giuliano e lo pugnalano a morte vicino allaltare maggiore. Ferito al collo da due preti sicari, Lorenzo si rifugia coi suoi nella sagrestia serrando la porta. La città piomba nel caos. Le radici della cospirazione si spingono oltre le mura di Firenze. Mani invisibili a Roma, Napoli e Urbino tessevano da tempo una trama sinistra, con lobiettivo di provocare un drammatico e radicale mutamento di regime nella Repubblica fiorentina. I nomi implicati nella congiura sono molti e di prima grandezza, da Federico da Montefeltro al re di Napoli Ferrante dAragona. In cima alla lista, papa Sisto IV. Nel suo Al traditor succida/

Al traditor s'uccida. La congiura de' Pazzi, un dramma italiano : La mattina del 26 aprile 1478, nel palazzo Medici a Firenze, famigli e inservienti sono impegnati nei preparativi per il banchetto in onore del giovane cardinale Raffaele Sansoni Riario, pronipote del pontefice Sisto IV.

8.22 MB Dimensione del file
9788842817918 ISBN
Al traditor succida. La congiura de Pazzi, un dramma italiano.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.donne4puntozero.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Nel suo Al traditor s’uccida, lo storico Niccolò Capponi ripercorre i cinque lustri di storia italiana culminati nella celebre congiura de’ Pazzi, un affresco in cui figurano i principali protagonisti della scena politica italiana ed europea del secondo Quattrocento.

avatar
Mattio Mazio

Al traditor s'uccida. La congiura de' Pazzi, un dramma italiano on Amazon.com. *FREE* shipping on qualifying offers. Al traditor s'uccida. La congiura de' Pazzi, un dramma italiano In cima alla lista, papa Sisto IV. Nel suo "Al traditor s'uccida", lo storico Niccolò Capponi ripercorre i cinque lustri di storia italiana culminati nella celebre congiura de' Pazzi, un affresco in cui figurano i principali protagonisti della scena politica italiana ed europea del secondo Quattrocento.

avatar
Noels Schulzzi

Nel suo "Al traditor s'uccida", lo storico Niccolò Capponi ripercorre i cinque lustri di storia italiana culminati nella celebre congiura de' Pazzi, un affresco in cui figurano i principali protagonisti della scena politica italiana ed europea del secondo Quattrocento.

avatar
Jason Statham

La Congiura dei Pazzi è tra le più note cospirazioni della storia della nostra Penisola, specchio della rivalità e della violenza della vita rinascimentale condotta al vertice della Repubblica fiorentina.Verso la metà del XV secolo Firenze era infatti tra le più prospere e dinamiche realtà politiche ed economiche d’Italia, in grado di rivaleggiare anche con le altre grandi città europee.

avatar
Jessica Kolhmann

In cima alla lista, papa Sisto IV. Nel suo "Al traditor s'uccida", lo storico Niccolò Capponi ripercorre i cinque lustri di storia italiana culminati nella celebre congiura de' Pazzi, un affresco in cui figurano i principali protagonisti della scena politica italiana ed europea del secondo Quattrocento.